personal > souvenir

2012

(plastic snowglobes, different materials)


"They gave us rmemory to have roses in December"
J.M.Barrie



The title of this work comes from the play on words between the common usage of the term “souvenir” as a “memory object” of various kinds, usually purchased or given as a gift when one wishes to maintain the memory of a place visited of particular interest; indeed, the french verb “se souvenir” litteraly mens “ to remember”.
Hance this is a reflection on memory, both individual and collective, for it makes use of the universally recognised object, known as the boule à niece, while making it the result of an intimate and highly personal choice: in fact, the people who frequented the studio where I worked were asked to write down anonymously what they would have liked to put inside the glass sphere in order to preserve it exactly the way it is now. Suspended “under a glass dome”, the things named included even sensations or emotions to be maintained intact in this sort of talisman of memory, regardless of the incessant flow of the sands of time, which alters memories and wears them down, sometimes wiping them out all together.




"Ci hanno dato la memoria, così possiamo avere le rose anche a dicembre"
J.M.Barrie


Questo lavoro prende il suo titolo dal gioco tra la comune accezione del termine "souvenir" per indicare "oggetti-ricordo" di vario tipo che solitamente si acquistano o si regalano quando, visitando luoghi di particolare interesse , si vuole conservarne la memoria; e il verbo francese "se souvenir", letteralmente "ricordare".
E' una riflessione sulla memoria quindi, individuale e collettiva perchè utilizza l'oggetto universalmente riconosciuto della "boule à niege" ma rendendolo frutto di una scelta intima e personale: è stato infatti chiesto alle persone che in questi mesi hanno frequentato l'atelier dove lavoro di scrivere su un foglietto anonimo che cosa avrebbero voluto mettere nella palle di vetro per conservarlo esattamente com'è ora.
Mettere "sotto vetro" cose, sensazioni, emozioni per conservarle intatte, in una sorta di talismano della memoria che si sottrae al flusso continuo del tempo che altera, corrode e a volte cancella il ricordo.